Assunzione al Cielo

in Anima e Corpo

della B.V. Maria

Assunzione, proclamato daPio XII il 1° novembre del 1950

Papa Pio XII il 1º novembre 1950, proclamò solennemente il dogma dell’Assunzione di Maria, con queste parole: “L’augusta Madre di Dio, arcanamente unita a Gesù Cristo fin da tutta l’eternità con uno stesso decreto di predestinazione, Immacolata nella sua Concezione, Vergine illibata nella sua divina maternità, generosa socia del divino Redentore, che ha riportato un pieno trionfo sul peccato e sulle sue conseguenze, alla fine, come supremo coronamento dei suoi privilegi, ottenne di essere preservata  dalla corruzione del sepolcro, e, vinta la morte, come già il suo Figlio, di essere innalzata in anima e corpo alla gloria del cielo, dove risplende Regina alla destra del Figlio suo, Re immortale dei secoli”.

ASSUNTA PERCHÉ IMMACOLATA
La Munificentissimus Deus afferma che vi è un nesso strettissimo fra la verità dell'Assunzione e quella dell'Immacolata Concezione, infatti le parole rivolte da Dio ad Adamo dopo il peccato (Gen 3,19): «Tu sei polvere e in polvere ritornerai» indicano il castigo del peccato originale. Ora, la Vergine Maria fu esente dal peccato originale, quindi anche dal suo castigo. Il corpo di Maria, prodigiosamente “consustanziale” a quello del Risorto, non era possibile che rimanesse prigioniero della morte.

ASSUNTA PERCHÉ MADRE DI DIO
Il corpo di Maria è stato il tempio del corpo di Cristo. Si dice giustamente: Caro Christi caro Mariae, la carne di Cristo è la carne di Maria, e quindi conveniva in sommo grado che il corpo di Maria fosse glorificato come lo fu quello di Cristo.
Ma ancora più stretto del vincolo fisico è il vincolo morale che lega una madre al proprio figlio e un figlio alla propria madre. Il figlio deve alla madre, secondo il precetto divino, onore e amore. Ora, l'onore e l'amore che il Figlio Uomo-Dio doveva alla propria Madre esigevano di stretta convenienza l'Assunzione corporea della Madre.

ASSUNTA PERCHÉ SEMPRE VERGINE
La perfetta e perpetua verginità di Maria, professata sin dai primi secoli, colloca la Beata Vergine in uno stato di incorruzione. Ora, come non vedere il nesso che c'è tra la preservazione dalla corruzione del concepimento e del parto e la preservazione dalla corruzione della morte? Colei a cui non nocque il parto, non nuocerà il sepolcro.

ASSUNTA PERCHÉ ASSOCIATA A CRISTO
La Madre è sempre strettamente associata al Figlio. Ella partecipa alle sue gioie e ai suoi dolori, per cui possiamo dire che se Gesù è «l'Uomo dei dolori», Maria è «la Donna dei dolori», e se il Figlio è Redentore, Maria è in un certo senso Corredentrice. Come infatti Eva ha cooperato con Adamo nella rovina, così la Nuova Eva ha cooperato con il Nuovo Adamo nell'opera della riparazione. Ora, chi è principio e causa della risurrezione non può essere soggetto al dominio della morte.

Secondo il Concilio Vaticano II il Figlio ha espressamente voluto che sua Madre fosse conformata a Lui in tutto, e particolarmente nella vittoria sul peccato e sulla morte. Come Maria fu associata alla vittoria del Figlio sul peccato mediante la sua Immacolata Concezione, così fu associata anche alla sua vittoria sulla morte mediante la sua Assunzione.
Maria Santissima dunque ci appare perfettamente associata a Cristo. Difatti alle principali feste del Signore corrispondano altrettante feste di Maria. Al concepimento di Gesù il giorno dell'Annunciazione (25 marzo) corrisponde l'Immacolata Concezione (8 dicembre). Alla Natività di Gesù (25 dicembre) corrisponde la Natività di Maria (8 settembre). Alla passione di Gesù, ricordata oltre che il Venerdì Santo anche nella festa della Santa Croce (14 settembre), fa immediatamente seguito la memoria dell'Addolorata (15 settembre). È quindi logico che alla festa della glorificazione di Gesù, cioè alla festa dell'Ascensione, corrisponda la festa dell'Assunzione (15 agosto), e alla festa di Cristo Re (ultima domenica dell'anno liturgico) corrisponda la festa della Regalità di Maria, celebrata otto giorni dopo la sua Assunzione (22 agosto).

ASSUNTA PER ESSERE PIENAMENTE NOSTRA MADRE E REGINA
La regalità di Maria non va separata dalla sua intercessione materna. Maria è Regina perché è associata alla regalità di Cristo, e coopera con il Figlio nel procurare la salvezza delle anime.
Ora, perché Maria Santissima possa pienamente esercitare la sua regalità, che si estende a tutto l'universo e la sua maternità verso di noi, era necessario che fosse nel possesso pieno della sua realtà umana. Questa però si realizza solo quando l'anima è unita al corpo, infatti l'anima separata dal corpo non può a rigore di termini neppure essere chiamata «persona», essendo solo una parte della natura umana.

Maria si trova ormai al di là della morte e del giudizio, in quella luce che le Scritture chiamano “regno di Dio”; la sua glorificazione però, non è solo per lei, ma anche per noi. L'Assunzione, lungi dallo scavare un abisso tra Maria e gli altri uomini, la rende a noi più vicina.

ASSUNTA PER ESSERE ICONA ESCATOLOGICA DELLA CHIESA
La Chiesa in Maria ammira ed esalta il frutto più eccelso della redenzione, e in Lei contempla con gioia, come in un'immagine purissima, ciò che essa, tutta, desidera e spera di essere». In Maria, “figlia del proprio Figlio”, ci è data un’anticipazione della glorificazione di tutto l’universo che avverrà alla fine dei tempi, quando Dio sarà “tutto in tutti”,  “tutto in ogni cosa”.

La fede in Maria assunta in corpo e anima alla gloria del cielo, appartiene alla coscienza di fede della Chiesa sia in Oriente sia in Occidente sin dalle origini. Pio XII, con la proclamazione solenne di Maria Assunta, ha inteso annunciare solennemente a tutto il mondo la nobiltà e la dignità del corpo umano, il “mistero dell’Assunzione proclama il destino soprannaturale e la dignità eccelsa di ogni corpo umano, chiamato dal Signore a diventare strumento di santità e a partecipare alla sua gloria”.

 
< Novembre 2017 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

--------------------------------------
------------------------------------------
-----------------------------------------
NOVEMBRE
mese dedicato alle
.
.
--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

.

.
.
.

.
.
----------------------------------------------------

.

---------------------------------------------------------
UNA CANDELINA A MARIA
.
------------------------------------------
----------------------------------------------------------------