Devozione a San Giuseppe

TRIDUO IN ONORE DI SAN GIUSEPPE
PER DOMANDARE DELLE GRAZIE

Da recitarsi tutto intero per tre giorni di seguito a partire dal 16 Marzo o dal 28 Aprile oppure ogni volta che si desidera esprimere la propria devozione al santo o domandare qualche Grazia speciale.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio vieni a salvarmi

Signore vieni presto in mio aiuto

Gloria al Padre

Credo

O san Giueppe, mio protettore, a te ricorro, affinchè mi ottenga dal Sacro Cuore di Gesù questa grazia. Per i miei peccati, non merito di essere satudito. Supplisci alle mie mancanze e, potente quale sei, fa' ottenuta per tua pia intercessione la sospirata grazia, io possa venire ai tuoi piedi, per renderti i doverosi omaggi della mia gratitudine.

Gloria...

Non dimenticare, o caro san Giuseppe, che nessuna persona al mondo, per grande peccatrice che fosse, è ricorsa a te rimandendo delusa nella fiducia e nella speranza in te riposte. A mille splendono le grazie e brillano i favori che tu intercedi per i poveri afflitti. Non permettere, o gran santo, che io abbia ad essere il solo a restare privo della grazia che ti domando. Mostrati potente e generoso anche verso di me, e la mia lingua, la mia anima, il mio cuore, ringraziandoti canteranno: "Viva in eterno il glorioso partiarca San Giuseppe".

Gloria...

O eccelso capo della Santa Famiglia, io ti venero profondamente, i di tutto cuore ti invoco. Già a tutte le anime afflitte che ti hanno pregato hai concesso conforto e pace, grazie e favori. Degnati, quindi, di consolare col tuo aiuto, anche l'animo mio addolorato che non trova riposo fra le angustie, da cui è oppresso. Tu, o gran Santo, vedi in Dio tutti i miei bisogni; tu, dunque, sai quanto mi è necessaria la grazia, che ti domando. Se mi ottieni questa grazia, io ti prometto di amarti sempre e di servirti fedelmente sino alla morte. O san Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà del mio dolore.

Gloria...

Ricordati, o verginale sposo di Maria Vergine, o mio dolce protettore, san Giuseppe, che nessuno ha mai invocato la tua protezione e chiesto il tuo aiuto senza essere stato consolato. Con questa fiducia, a te mi rivolgo e fervorosamente mi raccomando. O "Padre" del Redentore, ascolta la mia preghiera ed esaudiscila pietosamente. Amen.

TRIDUO IN ONORE DI SAN GIUSEPPE
COME RINGRAZIAMENTO

Da recitarsi tutto intero per tre giorni di seguito a partire dal 16 Marzo o dal 28 Aprile oppure ogni volta che si desidera esprimere la propria devozione al santo o domandare qualche Grazia speciale.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Dio vieni a salvarmi

Signore vieni presto in mio aiuto

Gloria al Padre

Credo

Santissimo sposo di Maria, mi prostro ai piedi del tuo altare con il cuore pieno di filiale riconoscenza verso di te, padre amoroso, che tanto benignamente accogliesti ed esaudisti le mie povere preghiere. Sia ringraziata la tua paterna bontà, che sempre esaudisce chi I ti supplica e non lascia nessuno deluso nella sua speranza. Sì, o caro Santo, tu fosti l'aiuto mio nella tribolazione: a te son ricorso fiducioso e fui esaudito. Accogli ora il grido di gratitudine del mio cuore, come già accogliesti il gemito e la preghiera nel giorno della tribolazione.

Padre nostro
Ave Maria
Gloria al Padre

Insuperabile Custode del Verbo Incarnato, accogli benigno i ringraziamenti che vengo a porgerti per averti trovato tanto benefico in mio favore. Sia benedetto, o san Giuseppe, il momento che io volsi lo sguardo ed il pensiero a te e sospirai implorando il tuo soccorso. La mia preghiera fu esaudita; ed ora, eccomi dinanzi a te a sciogliere il mio tributo di gratitudine e di lode. Sii tu infinitamente benedetto, o capo augusto della Santa Famiglia.

Padre nostro
Ave Maria
Gloria al Padre

O eccelso taumaturgo, quanto mi è caro ringraziarti con questo nome, che dimostra tutta la tua potenza presso Gesù e Maria.
O caro san Giuseppe, in ringraziamento del beneficio ottenuto, ti prometto di diffondere la devozione verso di te e di aumentare le opere che, nel tuo nome, sorgono a sollievo di tanti infelici.

Padre nostro
Ave Maria
Gloria al Padre

NOVENA A SAN GIUSEPPE

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre

Sequenza, allo Spirito Santo
Vieni, Spirito Santo,
manda a noi dal cielo
un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri,
vieni, datore dei doni,
vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto;
ospite dolce dell'anima,
dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo,
nel pianto, conforto.

O luce beatissima,
invadi nell'intimo
il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo,
nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido,
sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido,
drizza ciò che è sviato.

Dona ai tuoi fedeli,
che solo in te confidano,
i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio,
dona morte santa,
dona gioia eterna. Amen.

Manda il tuo Spirito e sarà una nuova creazione.
E rinnoverai la faccia della terra.

Preghiamo:
O Dio, che con il dono dello Spirito Santo guidi i credenti alla piena luce della verità, donaci di gustare nel tuo Spirito la vera sapienza e di godere sempre del suo conforto. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Credo in Dio, Padre onnipotente,
creatore del cielo e della terra;
e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore,
Il quale fu concepito di Spirito Santo,
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato,
fu crocifisso, morì e fu sepolto;
discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei Santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna. Amen.

A te, o beato Giuseppe,
stretti dalla tribolazione ricorriamo
e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio,
insieme con quello della tua santissima Sposa.
Deh! Per quel sacro vincolo di carità,
che ti strinse all'Immacolata Vergine Madre di Dio,
e per l'amore paterno che portasti al fanciullo Gesù,
riguarda, te ne preghiamo, con occhio benigno
la cara eredità che Gesù Cristo acquistò col suo sangue,
e col tuo potere ed aiuto soccorri ai nostri bisogni.
Proteggi, o provvido Custode della divina Famiglia,
l'eletta prole di Gesù Cristo; allontana da noi,
o Padre amantissimo, la peste di errori e di vizi
che ammorba il mondo;
assistici propizio dal cielo in questa lotta con il potere
delle tenebre, o nostro fortissimo protettore;
e come un tempo salvasti dalla morte
la minacciata vita del bambino Gesù,
così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie
e da ogni avversità;
e stendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio,
affinché a tuo esempio e mediante il tuo soccorso,
possiamo virtuosamente vivere, piamente morire,
e conseguire l'eterna beatitudine in cielo. Amen.

1. O S. Giuseppe, mio protettore ed avvocato, a te ricorro, affinché m'implori la grazia, per la quale mi vedi gemere e supplicare davanti a te. E' vero che i presenti dispiaceri e le amarezze che sono forse il giusto castigo dei miei peccati.
Riconoscendomi colpevole, dovrò per questo perdere la speranza di essere aiutato dal Signore?
"Ah! No!" - mi risponde la tua grande devota Santa Teresa – "No certo, o poveri peccatori. Rivolgetevi in qualunque bisogno, per grave che sia, alla efficace intercessione dei Patriarca S. Giuseppe; andate con vera fede da Lui e resterete certamente esauditi nelle vostre domande".
Con tanta fiducia, mi presento, quindi, davanti a Te e imploro misericordia e pietà.
Deh!, per quanto puoi, o San Giuseppe prestami soccorso nelle mie tribolazioni.
Supplisci alla mia mancanza e, potente come sei, fa che, ottenuta per la tua pia intercessione la grazia che imploro, possa ritornare al tuo altare per renderti l'omaggio della mia riconoscenza.

Padre Nostro
Ave Maria
Gloria.

2. Non dimenticare, o misericordioso S. Giuseppe, che nessuna persona al mondo, per grande peccatrice che, fosse, è ricorsa a te, rimanendo delusa nella fede e nella speranza in te riposte. Quante grazie e favori hai ottenuto agli afflitti! Ammalati, oppressi, calunniati, traditi, abbandonati, ricorrendo alla tua protezione sono stati esauditi.
Deh! non permettere, o gran Santo che io abbia ad essere il solo, fra tanti, a rimanere privo dei tuo conforto.
Mostrati buono e generoso anche verso di me, ed io, ringraziandoti, esalterò in te la bontà e la misericordia dei Signore.

Padre Nostro
Ave Maria
Gloria.

3. O eccelso Capo della Sacra Famiglia, io ti venero profondamente e di cuore t'invoco. Agli afflitti, che ti hanno pregato prima di me, hai concesso conforto e pace, grazie e favori.
Degnati quindi di consolare anche l'animo mio addolorato, che non trova riposo in mezzo alle ingiustizie da cui è oppresso.
Tu, o sapientissimo Santo, vedi in Dio tutti i miei bisogni prima ancora che io te li esponga con la mia preghiera. Tu dunque sai benissimo quanto mi è necessaria la grazia che ti domando.
Nessun cuore umano mi può consolare; da te spero d'essere confortato, date, o glorioso Santo.
Se mi concedi la grazia che con tanta insistenza io domando, prometto di diffondere la devozione verso di te, di aiutare e sostenere le opere che, nel tuo Nome, sorgono a sollievo di tanti infelici e dei poveri morenti. O. S. Giuseppe, consolatore degli afflitti, abbi pietà dei mio dolore!

Padre Nostro
Ave Maria
Gloria.

(Ripetere la novena per i restanti giorni.)

LE SETTE DOMENICHE

Questa devota pratica delle "Sette Domeniche " in onore di san Giuseppe è stata introdotta all 'inizio del secolo XIX, un secolo di rilevante fioritura di pii esercizi di pietà, in un momento di particolari difficoltà della Chiesa, sia al suo interno che al suo esterno. Questa pia pratica può essere compiuta in qualsiasi periodo dell'anno. Tuttavia, per meglio disporsi alla festa liturgica di san Giuseppe del 19 marzo, si possono scegliere opportunamente le sette domeniche che la precedono. Per il pio esercizio si possono recitare o una delle forme de "I sette dolori-gioie " di san Giuseppe oppure seguire le seguenti esortazioni.

I Esortazione

Amiamo san Giuseppe in ogni giorno della nostra vita. Egli ci sarà sempre padre e protettore. Cresciuto alla scuola di Gesù, egli penetrò tutti gli accesi slanci d'amore che il Divino Redentore aveva per noi e ci circonda quaggiù di grazie.

FIORETTO
Per corrispondere all'invito del Cielo, che nella nascita del Salvatore canta pace agli uomini di buona volontà, fare pace con tutti, anche coi nemici, e amare tutti, come faceva san Giuseppe.

INTENZIONE
Pregare per gli agonizzanti impenitenti.

Patrono dei moribondi.
Prega per noi.

II Esortazione

Imitiamo san Giuseppe nelle sue sublimi virtù! Tutti possiamo trovare in lui un modello prezioso ricco di umiltà, di obbedienza e di sacrificio, proprio le virtù più necessarie per la vita spirituale. La vera devozione, dice sant'Agostino, è l'imitazione di colui che si venera.

FIORETTO
In tutte le tentazioni invocare il nome di Gesù per difesa; nelle afflizioni invocare il nome di Gesù per conforto.

INTENZIONE
Pregare per gli agonizzanti non assistiti.

O Giuseppe giustissimo.
Prega per noi.

III Esortazione

Invochiamo san Giuseppe con fiducia e frequenza. È il Santo della bontà e dal cuore largo e buono. Santa Teresa dichiara di non aver mai chiesto grazie a san Giuseppe senza essere stata esaudita. Invochiamo il suo nome in vita, fiduciosi di poterlo invocare in morte.

FIORETTO
Sarà bene soffermarsi ogni tanto a riflettere sulla nostra vita e su quello che ci attende, affidando a san Giuseppe l'ultima nostra ora.

INTENZIONE
Pregare per i sacerdoti che si trovano in agonia.

O Giuseppe castissimo.
Prega per noi.

IV Esortazione

Onoriamo san Giuseppe con prontezza e sincerità. Se il faraone onorò l'antico Giuseppe, possiamo affermare che il Divin Redentore vuole che venga onorato il suo fedele Custode, che visse sempre umile e nascosto. San Giuseppe deve essere ancor più conosciuto, per essere invocato ed amato da tante anime.

FIORETTO
Distribuire qualche stampa o immagine in onore di san Giuseppe e raccomandarne la devozione.

INTENZIONE
Pregare per l'unità della nostra famiglia.

O Giuseppe fortissimo.
Prega per noi.

V Esortazione

Ascoltiamo san Giuseppe nelle sue ispirazioni al bene. Contro il mondo e le sue lusinghe, contro satana e le sue insidie, noi dobbiamo appellarci a san Giuseppe, imitare il suo esempio ricco di profonda sapienza; egli attuò la vita cristiana in terra. Seguiamo il Santo Vangelo e saremo premiati come lui.

FIORETTO
In onore di san Giuseppe e del Bambino Gesù, togliere quell'attaccamento a quelle occasioni, che più ci mettono in pericolo di peccare.

INTENZIONE
Pregare per tutti i missionari nel mondo.

O Giuseppe fedelìssimo.
Prega per noi.

VI Esortazione

Andiamo a san Giuseppe con il cuore e con la preghiera. Felici noi, se sapremo trovare accoglienza presso il suo cuore buono. Soprattutto per i momenti d'agonia teniamo caro san Giuseppe, che meritò di spirare tra le braccia di Gesù e di Maria. Usiamo Misericordia con i moribondi e la troveremo anche noi.

FIORETTO
Pregare sempre per la salvezza dei moribondi.

INTENZIONE
Pregare per i bambini prossimi a morire prima del Battesimo, perché venga loro affrettata la rigenerazione.

O Giuseppe prudentissimo.
Prega per noi.

VII Esortazione

Ringraziamo san Giuseppe per i suoi favori e le sue grazie; la riconoscenza piace tanto al Signore ed agli uomini, ma non tutti ne sentono il dovere. Manifestiamola concorrendo a divulgare il suo culto, la sua devozione. L'amore per san Giuseppe ci sarà di grande profitto.

FIORETTO
Diffondere la preghiera a San Giuseppe

INTENZIONE
Pregare per le anime del purgatorio.

O Giuseppe obbedientissimo.
Prega per noi.

 
< Novembre 2017 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

--------------------------------------
------------------------------------------
-----------------------------------------
NOVEMBRE
mese dedicato alle
.
.
--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

.

.
.
.

.
.
----------------------------------------------------

.

---------------------------------------------------------
UNA CANDELINA A MARIA
.
------------------------------------------
----------------------------------------------------------------