Devozioni a

MARIA

"Ricordati
o piissima Vergine Maria,
non si è mai udito al mondo
che qualcuno abbia ricorso al tuo patrocinio,
implorato il tuo aiuto,
chiesto la tua protezione
e sia stato abbandonato.
Animato da tale confidenza,
a te ricorro,
o Madre,
o Vergine delle vergini,
a te vengo e,
peccatore contrito,
innanzi a te mi prostro.
Non volere, o Madre del Verbo,
disprezzare le mie preghiere,
ma ascoltami propizia
e esaudiscimi. Amen"

S. Bernardo di Chiaravalle

"In qualsiasi necessità invocate la Madonna e vi assicuro che sarete esauditi!".

S.Giovanni Bosco

Chi trova Me trova la vita” (Pro  8,35)

*****

Dal 29 novembre al 7 dicembre
LA NOVENA ALL’IMMACOLATA

1 Chi è costei che sorge come l’aurora, bella come la luna…? (Ct 6,10). L’Immacolata ci ricorda la bellezza della grazia battesimale: accresciamola con la santa Eucaristia.
Padre, Ave, Gloria...

2 Io porrò inimicizia fra te e la donna… questa ti schiaccerà la testa… (Gn 3,15). Vinciamo il demonio e il peccato, ricorrendo, con fiducia, alla protezione dell’Immacolata.
Padre, Ave, Gloria...

3 La mia anima esulta nel mio Dio… perché mi ha rivestito delle vesti della salvezza… (Is 61,10). L’Immacolata è "la fonte della nostra gioia"; chiediamola a lei con perseveranza.
Padre, Ave, Gloria...

4 Rallegrati, esulta, figlia di Sion… ecco, io vengo ad abitare in mezzo a te(Zc 2,14). Grande e singolare è la missione dell’Immacolata: essere Madre di Gesù e Madre nostra.
Padre, Ave, Gloria...

5 Una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi… (Ap 12,1). L’Immacolata è la Mediatrice di ogni grazia: invochiamola per ogni necessità e non saremo delusi.
Padre, Ave, Gloria...

6 Giardino chiuso tu sei, sorella mia, mia sposa, giardino chiuso… (Ct 4,12). L’Immacolata è il giardino di tutte le virtù: imitiamola nella pratica di tutte le virtù cristiane.
Padre, Ave, Gloria...

7 (La Sapienza) è effluvio della potenza di Dio (Sap 7,25). L’Immacolata è la "sede della sapienza"; chiediamole questo dono dello Spirito: esso ci fa gustare le realtà divine.
Padre, Ave, Gloria...

8 Chi trova me trova la vita e ottiene il favore dal Signore (Pr 8,35). La devozione all’Immacolata è necessaria nel cammino verso la santità, a cui tutti siamo chiamati.
Padre, Ave, Gloria...

9 Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei (Ef 5,25). L’Immacolata è Madre della Chiesa; cooperiamo alla sua sublime missione: diffondere la luce del Vangelo.
Padre, Ave, Gloria...

PREGHIERA DI CONSACRAZIONE

Ti offro tutto il mio essere e tutta la mia vita: tutto ciò che ho, tutto ciò che amo, tutto ciò che sono: il mio corpo, il mio cuore, la mia anima. Fammi comprendere la volontà di Dio su di me. Concedimi di conoscere la mia vocazione cristiana, di vedere l'immenssa sua bellezza e di intuire i segreti del tuo amore. Concedimi di conoscerti sempre più profondamente e di essere un docile strumento nelle tue mani, pet condurre tutti i miei fratelli a Dio per mezzo del tuo Cuore Immacolato.

*****

RECITA GIORNALIERA DI TRE AVE MARIA

Una chiave del Paradiso

Santa Matilde di Hackeborn, monaca benedettina morta nel 1298, pensando con timore al momento della sua morte, pregava la Madonna di assisterla in quel momento estremo. Consolatissima fu la risposta della Madre di Dio:

«Sì, farò quello che mi domandi, figlia mia, però ti chiedo la recita giomaliera di Tre Ave Maria: la prima per ringraziare l’Eterno Padre per avermi resa onnipotente in Cielo e in terra; la seconda per onorare il Figlio di Dio per avermi data tale scienza e sapienza da sorpassare quella di tutti i Santi e di tutti gli Angeli, e per avermi circonfusa di tanto splendore da illuminare, come sole splendente, tutto il Paradiso; la terza per onorare lo Spirito Santo per aver acceso nel mio cuore le fiamme più ardenti del suo amore e per avermi fatta così buona e benigna da essere, dopo Dio, la più dolce e la più misericordiosa». Ed ecco la speciale promessa di Maria Santissima che vale per tutti: «Nell’ora della morte, io: 
1) ti sarò presente confortandoti e allontanando ogni forza diabolica; 
2) t’infonderò luce di fede e conoscenza affinché la tua fede non venga tentata per ignoranza;
3) t’assisterò nell’ora del tuo trapasso infondendo nell’anima tua la sua vita del divino Amore affinché prevalga in te tanto da mutare ogni pena e amarezza di morte in grande sua vita».

La speciale promessa di Maria Santissima ci assicura quindi tre cose:
1) la sua presenza nel momento della nostra morte per confortarci e tenere lontano il demonio con le sue tentazioni;
2) l’infusione di tanta luce di fede da escludere ogni tentazione che potrebbe causarci l’ignoranza religiosa;
3) nell’ora estrema della nostra vita, la Madre di Dio ci colmerà di tanta dolcezza di amore divino da non farci sentire la pena e l’amarezza della morte.
Molti Santi, furono zelanti propagatori della devozione delle Tre Ave Maria.
In pratica, per ottenere la promessa di Maria, basta recitare con devozione mattina o sera (meglio ancora se mattina e sera) Tre Ave Maria secondo l’intenzione manifestata dalla Madonna a Santa Matilde.

È lodevole aggiungere una preghiera a San Giuseppe, Patrono dei moribondi:

 

«Ave Giuseppe, pieno di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetto fra gli uomini e benedetto è il frutto di Maria, Gesù. O San Giuseppe, Padre putativo di Gesù e Sposo della sempre Vergine Maria, prega per noi peccatori adesso e nell’ora della nostra morte. Amen».

Qualcuno potrebbe pensare: se con la recita giornaliera delle Tre Ave Maria mi salverò, allora potrò continuare a peccare tranquillamente, tanto mi salverò lo stesso! No; pensare questo è farsi ingannare dal demonio, perché le anime rette sanno benissimo che nessuno può salvarsi senza la sua libera corrispondenza alla grazia di Dio, che ci spinge suavemente a fare il bene e a fuggire il male, come insegna Sant’Agostino: «Chi ha creato te senza di te, non salverà senza di te».

La pratica delle Tre Ave Maria è un mezzo che ai buoni ottiene le grazie necessarie per condurre una vita cristiana e di morire in grazia di Dio; ai peccatori, che cadono per fragilità, se con perseveranza recitano le Tre Ave Maria giornaliere otterranno prima o poi, almeno prima della morte la grazia di una sincera conversione, di un vero pentimento e quindi si salveranno; invece ai peccatori che recitano le Tre Ave Maria con cattiva intenzione, e cioè per continuare maliziosamente la loro vita peccaminosa con la presunzione di salvarsi lo stesso per la promessa della Madonna, costoro, meritando castighi e non misericordia, certamente non persevereranno nella recita giornaliera delle Tre Ave Maria e quindi non otterranno la promessa della Madonna, perché Lei ha fatto la speciale promessa non per farci abusare della misericordia divina ma per aiutarci a perseverare nella grazia santificante fino alla nostra morte; per aiutarci a rompere le catene che ci legano al demonio, per convertirci e ottenere la felicità eterna del Paradiso.

Qualcuno potrebbe obiettare che ci sia grande sproporzione nell’ottenere la salvezza eterna con la semplice recita giornaliera di Tre Ave Maria. Ebbene al Congresso Mariano di Einsiedeln in Svizzera, il Padre G. Battista de Blois rispondeva così: «Se questo mezzo vi sembra sproporzionato al fine che con esso si vuole raggiungere (la salvezza eterna), non vi resta che reclamare presso la Santa Vergine che lo ha arricchito della sua speciale promessa. O meglio ancora dovete prendervela con Dio stesso che Le ha accordato un tale potere. Del resto non è forse nelle abitudini del Signore operare le più grandi meraviglie con dei mezzi che sembrano i più semplici e sproporzionati? Dio è padrone assoluto dei suoi doni. E la Vergine Santissima, nella sua potenza d’intercessione, risponde con generosità sproporzionata al piccolo omaggio, ma proporzionata al suo amore di Madre tenerissima». Per questo il Venerabile Servo di Dio Luigi Maria Baudoin scrisse: «Recitate ogni giorno le Tre Ave Maria. Se siete fedeli nel pagare questo tributo di omaggio a Maria, io vi prometto il Paradiso».

Dice Gesù (Mt 16,26): "Che giova all'uomo guadagnare il mondo intero se poi perde l'anima sua?". L'affare perciò più importante di questa vita è la salvezza eterna. Volete salvarvi? Siate devoti della Vergine Santissima, Mediatrice di tutte le grazie, recitando ogni giorno Tre Ave Maria.

Questa intenzione, però, non esclude altre buone e sante intenzioni. La prova dei fatti convince che questa devozione è di grande efficacia per ottenere grazie temporali e spirituali.

Papa Giovanni XXIII e Paolo VI impartirono una benedizione speciale a quanti la propagano. Diedero impulso alla diffusione numerosi Cardinali e Vescovi.

Chi recita ogni giorno l'Angelus e il S. Rosario non ritenga un sovrappiù questa devozione. Consideri che con l'Angelus onoriamo il mistero dell'Incarnazione; con il S. Rosario meditiamo i misteri della vita del Salvatore e di Maria; con la recita delle Tre Ave Maria onoriamo la SS. Trinità per i tre privilegi concessi alla Vergine: potenza, sapienza e amore.
Chi ama la Mamma Celeste non esiti ad aiutarla a salvare le anime per mezzo di questa pratica facile e breve, ma tanto efficace.
Possono diffonderla tutti: sacerdoti e religiosi, predicatori, madri di famiglia, educatori, chiunque.
Non è un mezzo di salvezza presuntuoso o superstizioso, ma l’autorità della Chiesa e dei santi insegna che la salvezza è nella costanza del proposito (cosa non tanto facile come può sembrare, questo ossequio alla Vergine SS. recitato ogni giorno, a qualunque costo, ottiene misericordia e salvezza.
Anche tu si fedele ogni giorno, diffondi la recita a chi desideri maggiormente che si salvi, ricorda che la perseveranza nel bene ed una buona morte sono grazie che si chiedono, in ginocchio, ogni giorno come tutte le grazie che ti stanno a cuore. 

Tu pregala con frequenza e come espressione del tuo amore e della tua fede:
- negli Angeli (Ave)
- nella potenza e grandezza del S. Nome di Maria (o Maria)
- nel mistero della pienezza di grazia in Maria fin dal primo istante della sua Immacolata Concezione (piena di grazia)
- nell’unione di Dio con le anime, quella di Maria, la tua, le nostre, per mezzo della Grazia, vita di Dio in noi! (il Signore è con te)
- nella grandezza e nella bontà della Prediletta fra tutte le donne ( tu sei benedetta fra le donne)
- nel mistero dell’Incarnazione, ove Gesù inizia la nostra salvezza (e benedetto il frutto del tuo seno Gesù)
- nella Divina Maternità e nella sua perpetua Verginità (Santa Maria, Madre di Dio)
- nella Mediazione di Maria (prega per noi)
- nella misericordia di Maria e nella gravità del peccato ( peccatori)
- nel bisogno della grazia e nella continua ed efficace protezione di Maria (adesso)
- nei novissimi e nell’intervento di Maria per una buona morte (e nell’ora della nostra morte)
- nella gloria che desideriamo ed attendiamo per l’aiuto di Maria SS. (Amen)

PRATICA
Prega devotamente ogni giorno così, mattina o sera (meglio mattina e sera):

- Maria, Madre di Gesù e Madre mia, difendimi dal Maligno in vita e nell'ora della morte, 
per il Potere che ti ha concesso l'Eterno Padre.

Ave, Maria...

- per la Sapienza che ti ha concesso il divin Figlio.

Ave, Maria...

- per l'Amore che ti ha concesso lo Spirito Santo

Ave Maria...

Propagate questa devozione perché:

"CHI SALVA UN'ANIMA, HA ASSICURATO LA PROPRIA" (Sant'Agostino)
"NULLA È PIÙ INUTILE DI UN CRISTIANO CHE NON SI ADOPERA A SALVARE GLI ALTRI" (San Crisostomo)

Prega con il cuore per tutti, mai soltanto per te, se vuoi che la tua preghiera sia gradita al buon Dio.

Altre invocazioni quotidiane:

Vieni, Spirito Santo, vieni per la potente intercessione della Vergine Maria, tua Sposa amatissima.

Vieni, Spirito Santo, illumina le nostre menti, infiamma i nostri cuori e distruggi in essi tutto ciò che ti addolora. 
3 Gloria...

*****

NOVENA ALLA B. V. MARIA DI LOURDES

Vergine Immacolata, Madre di Misericordia, salute degli infermi, rifugio dei peccatori, consolatrice degli afflitti, Tu conosci i miei bisogni, le mie sofferenze; degnati di volgere su di me uno sguardo propizio a mio sollievo e conforto.
Con l'apparire nella grotta di Lourdes, hai voluto ch'essa divenisse un luogo privilegiato, da dove diffondere le tue grazie, e già molti infelici vi hanno trovato il rimedio alle loro infermità spirituali e corporali.
Anch'io vengo pieno di fiducia a implorare i tuoi materni favori; esaudisci, o tenera Madre, la mia umile preghiera, e colmato dei tuoi benefici, mi sforzerò d'imitare le tue virtù, per partecipare un giorno alla tua gloria in Paradiso. Così sia. 3 Ave Maria
Nostra Signora di Lourdes, prega per noi.
Sia benedetta la Santa e Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria, Madre di Dio.

Questa preghiera è da recitarsi per nove giorni consecutivi.

*****

4 / 12 - MAGGIO
NOVENA ALLA  B. V. MARIA DI FATIMA

Lo Spirito Santo fa riconoscere nel messaggio di Fatima un aiuto proveniente dal cielo in grado di curare i mali che insidiano l'umanità (discorso di Giovanni Paolo II a Fatima, 13 maggio 1982).

_________________________

Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Vergine Santissima, che a Fatima hai rivelato al mondo i tesori di grazie nascosti nella pratica del santo Rosario, infondi nei nostri cuori un grande amore a questa santa devozione, affinché, meditando i misteri in esso contenuti, ne raccogliamo i frutti e otteniamo la grazia che con questa preghiera ti chiediamo, a maggior gloria di Dio e a vantaggio delle nostre anime. Così sia.

7 Ave Maria

Cuore Immacolato di Maria, prega per noi.

PREGHIERA

Maria, Madre di Gesù e della Chiesa, noi abbiamo bisogno di Te. Desideriamo la luce che s'irradia dalla tua bontà, il conforto che ci proviene dal tuo Cuore Immacolato, la carità e la pace di cui Tu sei Regina. Ti affidiamo con fiducia le nostre necessità perché Tu le soccorra, i nostri dolori perché Tu li lenisca, i nostri mali perché Tu li guarisca, i nostri corpi perché Tu li renda puri, i nostri cuori perché siano colmi d'amore e di contrizione, e le nostre anime perché con il tuo aiuto si salvino. Ricorda, Madre di bontà, che alle tue preghiere Gesù nulla rifiuta. Concedi sollievo alle anime dei defunti, guarigione agli ammalati, purezza ai giovani, fede e concordia alle famiglie, pace all'umanità. Richiama gli erranti sul retto sentiero, donaci molte vocazioni e santi Sacerdoti, proteggi il Papa, i Vescovi e la santa Chiesa di Dio. Maria, ascoltaci e abbi pietà di noi. Volgi a noi i tuoi occhi misericordiosi. Dopo questo esilio mostra a noi Gesù, frutto benedetto del tuo grembo, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria. Amen.

Questa preghiera è da recitarsi per nove giorni consecutivi.

_________________________

Il 5 maggio 1917, nel perdurare della prima guerra mondiale, il papa Benedetto XV invitò i cattolici di tutto il mondo a unirsi in una crociata di preghiera per ottenere la pace con l'intercessione della Madonna. Otto giorni dopo la Vergine rispondeva agli uomini, apparendo il 13 maggio a tre pastorelli portoghesi, Lucia di 10 anni, Francesco di 9 e Giacinta di 7.

FATIMA RISPOSTA MISERICORDIOSA ALL'ATEISMO
13 maggio 1917

Di tutti gli interventi della Madonna, segnati dalla storia, uno degli ultimi nell'ordine cronologico è stato quello di Fatima. Nell'ordine d'importanza, invece, esso va collocato al primo posto perché non solo ci ammonisce contro il pericolo più grave che abbia mai minacciato l'umanità, ma ce ne indica anche la via di salvezza.

(tratto da: www.pastoralespiritualita.it/)

VIA MATRIS
I sette dolori di Maria SS.

PREFAZIONE
Dall'Annunciazione al Calvario, sempre unita al Figlio Redentore, Maria Santissima è  la nostra Madre e Corredentrice universale. Madre Addolorata, Corredentrice di amore e di dolore, Ella ha vissuto in sé il dramma della Redenzione universale, trapassata nell'anima dalla spada dolorosissima di tutti i peccati dell'umanità. Gesù, il divino Redentore, è stato crocifisso dai nostri peccati; Maria SS., la Corredentrice, è stata trafitta nell'anima dai nostri peccati. Il nuovo Adamo e la nuova Eva hanno salvato l'umanità rovinata dal primo Adamo e dalla prima Eva nel paradiso terrestre.L'Addolorata, quindi, sa bene la nostra condizione di poveri peccatori bisognosi di misericordia e di perdono, di conforto e di sostegno nei nostri travagli. Percorrendo la Via Matris noi ci troviamo accanto a Lei e vogliamo stringerci a Lei per imparare a soffrire come Lei, con amore e fortezza, valorizzando e non sciupando le nostre sofferenze, da Lei sostenuti per cooperare, con ogni dolore offerto, alla salvezza nostra e altrui.

PREGHIERA INIZIALE:

O Madonna cara, o Madre dei dolori, voglio soffermarmi a riflettere su tutte quelle situazioni in cui Tu hai più sofferto. Desidero rimanere un po’ di tempo con Te e ricordarmi con gratitudine di quanto Tu hai sofferto per me. Alle tue sofferenze, che si sono protratte per l'intero arco della tua vita terrena, unisco anche le mie sofferenze, e inoltre quelle di tutti i papà e le mamme, di tutti i giovani ammalati, dei bambini e degli anziani, affinché ogni loro dolore sia accettato con amore e ogni croce sia portata con la speranza nel cuore. Amen.

PRIMO DOLORE:
Maria nel tempio ascolta la profezia di Simeone.
O Maria, mentre nel tempio Tu presentavi a Dio il tuo Figlio, il vecchio Simeone Ti predisse che il tuo Figlio sarebbe stato segno di contraddizione e che la tua anima sarebbe stata trafitta da una spada di dolore. Queste stesse parole sono state già una spada per la tua anima: hai custodito anche queste parole, come le altre, nel tuo cuore. Grazie, o Maria. Offro questo mistero per tutti quei genitori che in qualsiasi modo si trovano a soffrire per i loro figli.
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

SECONDO DOLORE:
Maria fugge in Egitto per salvare Gesù.
O Maria, sei dovuta fuggire col tuo Figlio in Egitto, perché i potenti della terra si erano alzati contro di Lui per ucciderlo. È difficile immaginare tutti i sentimenti che hai provato quando, all'invito del tuo Sposo, Ti sei alzata nel cuore della notte e hai preso il tuo Bambino per fuggire, quel Bambino nel quale riconoscevi e adoravi il Messia e il Figlio di Dio. Sei rimasta senza quelle sicurezze che la patria e il focolare domestico sanno offrire. Sei fuggita, e così ti sei associata a coloro che non hanno un tetto sopra il loro capo o che vivono in paesi stranieri, senza patria. O Maria, mi rivolgo a te, che sei Madre, e ti prego per chi è costretto ad abbandonare la propria casa. Ti prego per i profughi, per i perseguitati, per gli esiliati ti prego per i poveri, che non hanno mezzi sufficienti per costruirsi una casa e una famiglia. Ti prego in particolare per quelli che, in seguito a conflitti famigliari, hanno abbandonato la loro famiglia e si trovano a vivere sulla strada: per i giovani che sono in disaccordo coi genitori, per i coniugi che si sono separati, per le persone che sono respinte. Guidali, o Maria, attraverso la loro sofferenza verso la "nuova dimora".
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

TERZO DOLORE:
Maria smarrisce e ritrova Gesù.
O Maria, per tre giorni, con indicibile affanno, hai cercato il tuo Figlio, e finalmente, piena di gioia, l'hai ritrovato nel tempio. La sofferenza è durata a lungo nel tuo cuore. La pena è stata grande, perché eri cosciente della tua responsabilità. Sapevi che il Padre celeste Ti aveva affidato il suo Figlio, il Messia Redentore. Perciò il tuo dolore è stato immenso, e la gioia dopo il ritrovamento è stata certamente sconfinata. O Maria, Ti prego per i giovani che si sono allontanati dalle loro case e per conseguenza si trovano a soffrire molto. Ti prego per quelli che hanno dovuto lasciare la casa paterna per motivi di salute e si trovano soli negli ospedali. Ti prego in modo particolare per quei giovani che sono rimasti privi di amore e di pace, e non sanno più che cosa sia la casa paterna. Ricercali Tu, O Maria, e fa che si lascino trovare, perché la realizzazione di un mondo nuovo diventi sempre più possibile.
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

QUARTO DOLORE:
Maria incontra Gesù che porta la croce.
O Maria, hai incontrato il tuo Figlio mentre portava la Croce. Chi potrebbe descrivere il dolore che hai provato in quel momento? Mi trovo senza parole... O Madre SS., ti prego per quelli che sono lasciati soli nel loro dolore. Visita i carcerati e confortali; visita gli infermi; va incontro a quelli che si sono perduti. Porgi una carezza a coloro che sono affetti da malattie incurabili, come quando per l'ultima volta qui in terra hai accarezzato il tuo Figlio. Aiutali a offrire la loro sofferenza per la salvezza del mondo, come tu stessa - accanto al tuo Figlio - offristi il tuo dolore.

7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

QUINTO DOLORE:

Maria è presente alla crocifissione e morte di Gesù.
O Maria, ti contemplo mentre stai in piedi accanto al tuo Figlio morente. Lo avevi seguito con dolore, e ora con dolore inconsolabile ti trovi sotto la sua Croce. O Maria, la tua fedeltà nella sofferenza è veramente grande. Hai un animo forte, il dolore non ti ha chiuso il cuore di fronte ai nuovi compiti: per desiderio del Figlio, diventi Madre di tutti noi. Ti prego, Maria, per quelli che assistono i malati. Aiutali a prestare con amore le loro cure. Dona forza e coraggio a quelli che non ce la fanno più accanto alloro malati. In modo particolare, benedici le mamme che hanno bambini infermi; fa che anche per loro il trovarsi a contatto con la croce sia cosa salutare. Unisci al tuo dolore di Madre l'estenuante fatica di chi per anni o forse per tutta la vita è chiamato a prestare servizio ai propri cari infermi.
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

SESTO DOLORE:
Maria riceve sulle braccia Gesù deposto dalla croce.
Ti osservo, o Maria, mentre, immersa nel più profondo dolore, accogli sulle tue ginocchia il corpo esanime del tuo Figlio. Il tuo dolore continua anche quando il suo è terminato. Lo riscaldi ancora una volta col tuo seno materno, con la bontà e con l'amore del tuo cuore. O Madre, mi consacro a te in questo momento. Ti consacro il mio dolore, il dolore di tutti gli uomini. Ti consacro le persone che sono sole, abbandonate, rifiutate, che sono in lite con gli altri. Ti consacro il mondo intero. Siano tutti accolti sotto la tua protezione materna. Fa che il mondo diventi una sola famiglia, dove tutti si sentano fratelli esorelle.
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

SETTIMO DOLORE:
Maria accompagna Gesù alla sepoltura.
O Maria, lo hai accompagnato fino al sepolcro. Hai singhiozzato e pianto su di lui, come si piange per un figlio unico. Molte persone nel mondo vivono nel dolore, perché hanno perduto i loro cari. Consolali tu, e dona loro il conforto della fede. Molti sono senza fede e senza speranza, e si dibattono nei problemi di questo mondo, perdendo fiducia e gioia di vivere. O Maria, intercedi per loro, perché abbiano fede e trovino la loro strada. Sia distrutto il male, e fiorisca una vita nuova, quella vita che è nata dalla tua sofferenza e dal sepolcro del tuo Figlio. Amen.
7 Ave Maria.

Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo. Perché hai operato la nostra salvezza insieme alla Madre nostra Corredentrice.

Preghiamo:
O Dio, tu hai voluto che accanto al tuo Figlio, innalzato sulla croce, fosse presente la tua Madre addolorata: fa' che la tua santa Chiesa, associata con lei alla passione del Cristo, partecipi alla gloria della risurrezione. Per lo stesso tuo Figlio, che è Dio e regna con te nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

LITANIE DELL’ADDOLORATA

Santa Maria,
Santa Madre di Dio,
Santa Vergine delle Vergini,
Madre del Crocifisso, 
Madre dolorosa, 
Madre lacrimosa, 
Madre afflitta, 
Madre derelitta, 
Madre desolata, 
Madre del figlio privata, 
Madre dalla spada trafitta, 
Madre nei travagli immersa, 
Madre di angustie ripiena, 
Madre col cuore alla croce confitta, 
Madre mestissima, 
Fonte di lacrime, 
Cumulo di patimenti, 
Specchio di pazienza, 
Rupe di costanza, 
Ancora di confidenza, 
Rifugio dei derelitti, 
Difesa degli oppressi, 
Rifugio degli increduli, 
Sollievo dei miseri, 
Medicina dei languenti, 
Forza dei deboli, 
Porto dei naufraghi, 
Quiete nelle procelle, 
Ricorso dei piangenti, 
Terrore dei demoni, 
Tesoro dei fedeli, 
Luce dei profeti, 
Guida degli apostoli, 
Corona dei martiri, 
Sostegno dei confessori, 
Perla delle vergini, 
Consolazione delle vedove, 
Madre degli orfani, 
Letizia di tutti i santi,
prega per noi
prega per noi
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi 
prega per noi

 

 

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo perdonaci, Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo ascoltaci, Signore

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo
abbi pietà di noi

Preghiamo: O Dio, tu hai voluto che la vita della Vergine fosse segnata dal mistero del dolore, concedici, ti preghiamo, di camminare con lei sulla via della fede e di unire le nostre sofferenze alla passione di Cristo perché diventino occasione di grazia e strumento di salvezza. Per Cristo Nostro Signore. Amen.


 
< Novembre 2017 >
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

--------------------------------------
------------------------------------------
-----------------------------------------
NOVEMBRE
mese dedicato alle
.
.
--------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------
Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,1-20):
Per parola:

.

.
.
.

.
.
----------------------------------------------------

.

---------------------------------------------------------
UNA CANDELINA A MARIA
.
------------------------------------------
----------------------------------------------------------------